Geopolitica, vol. II, n° 2-3 .: Asia-Pacifico: un nuovo pivot

Geopolitica, vol. II, n° 2-3 .: Asia-Pacifico: un nuovo pivot

Da alcuni decenni si parla del XXI come del “Secolo del Pacifico”. Quest’idea è stata solo corroborata dalla decisione dell’Amministrazione Obama di riorientare la strategia nazionale degli USA per fare perno sulla regione dell’Asia-Pacifico. Gli analisti vi leggono una nuova enfasi sul controverso rapporto USA-Cina, il cui scontro per l’egemonia è preconizzato da alcuni. In questo numero di Geopolitica esperti italiani e stranieri s’interrogano sulla rilevanza che l’Asia-Pacifico avrà nella geopolitica mondiale, e su come il nuovo “pivot” della politica statunitense influenzerà gli equilibri interni alla regione. SOMMARIO – Editoriale: La transizione uni-multipolare e i nuovi pivot geopolitici: Tiberio Graziani – Focus: Toward a “Greater South Asia”. The Obama administration and South and Central Asia role in the US pivot [...]

Quaderni di Geopolitica, n° 3 :: Italia e Serbia. Passato, presente e futuro di un’amicizia

Quaderni di Geopolitica, n° 3 :: Italia e Serbia. Passato, presente e futuro di un'amicizia

Nell’ultimo decennio la Repubblica di Serbia ha conosciuto una rapida crescita economica e attratto ingenti investimenti dall’estero. L’Italia ha svolto in questa evoluzione un ruolo assai importante, tanto da rappresentare oggi il primo investitore nel Paese balcanico. La vicinanza geo-culturale dei due Paesi ha facilitato inoltre un riavvicinamento dei rapporti politici bilaterali, come dimostrato dai recenti vertici intergovernativi italo-serbi di Roma (2009), Belgrado (2012) e di Ancona (2013). Infine, la storia e la cultura serba si presentano anche oggi come peculiari e allo stesso tempo pienamente inseriti nel contesto mediterraneo ed europeo. In questo Quaderno di Geopolitica l’economia, la politica e l’identità culturale della Serbia vengono analizzate attraverso contributi che affiancano al focus sul Paese una dettagliata riflessione sul passato [...]

Sospinto da Le Monde (Orchestre Rouge)

Sospinto da Le Monde  (Orchestre Rouge)

Bisogna ringraziare Le Monde che ha sollevato uno scandalo. Il mitico foglio della sinistra si è piccato perché il libro inchiesta di Gabriele Adinolfi, Orchestre Rouge; spiega e dimostra come lo stragismo attribuito ai fascisti sia nato, sotto l’ala protettrice della Commissione Trilaterale, negli ambienti dell’Internazionale trozkista e dell’Internazionale socialista; sotto copertura parigina e mediante il sostegno concreto degli israeliani. Le Monde ha provato a far saltare la presentazione all’Europarlamento del libro-inchiesta chiedendosi come si potesse far parlare un fascista ma questo non ha spaventato nessuno. Né l’eurodeputato di Forza Italia Fabrizio Bertot né il presidente dell’AEN, il gruppo parlamentare fondato da Jean-Marie Le Pen, Valerio Cignetti. Al contrario; il chiasso ha attirato altri eurodeputati di Forza Italia; di Fratelli [...]

Quaderni di Geopolitica, n° 2 :: Russia-G20. Come tornare alla crescita

Quaderni di Geopolitica, n° 2 :: Russia-G20. Come tornare alla crescita

Il G20, il consesso delle nazioni che rappresentano complessivamente i due terzi del commercio mondiale, si riunisce quest’anno in Russia. Tra dicembre 2012 e novembre 2013 si tengono, principalmente a Mosca e San Pietroburgo, innumerevoli incontri dei delegati, il cui culmine è il convegno dei Capi di Stato del 5-6 settembre nell’ex capitale imperiale russa. La presidenza russa ha scelto di focalizzarsi sulle misure necessarie a una crescita sostenibile, inclusiva e bilanciata; una crescita da ottenersi principalmente tramite investimenti e lavori di qualità, fiducia e trasparenza, regolamentazione efficace. In questo Quaderno di Geopolitica si vedrà quali sono le sfide, le opportunità, i successi e le difficoltà della presidenza russa del G20. SOMMARIO – Editoriale: La presidenza russa del G20. Crescita [...]

Geopolitica, vol. II, n° 1 .: La crisi finanziaria e il Nuovo Ordine Economico Mondiale

Geopolitica, vol. II, n° 1 .: La crisi finanziaria e il Nuovo Ordine Economico Mondiale

Nel 2008 una grave crisi finanziaria sistemica, legata soprattutto al fenomeno dei “derivati”, ha colpito il mondo intero, facendo ancora oggi sentire i suoi effetti sull’economia globale. Da allora, diverse ricette sono state presentate e applicate per risolvere il rallentamento della crescita, che in alcuni paesi è stagnazione e in altri, tra cui l’Italia, vera e propria recessione. I cinque anni successivi all’esplodere della crisi hanno visto fronteggiarsi le rivendicazioni dei paesi emergenti rispetto alle tradizionali potenze economiche legate al sistema di Bretton Woods, ma anche i fautori dell’austerità fiscale a quelli di un risveglio di politiche di stampo keynesiano. Cosa provoca il perdurare della crisi? Come è possibile risolverla? SOMMARIO – Editoriale: La globalizzazione della crisi e lo shift [...]